BRANDING OLFATTIVO

Osteria della Brughiera

L’Osteria della Brughiera a Villa d’Almè, Bergamo, premiata con una stella Michelin, offre un’esperienza culinaria di alto livello in un ambiente accogliente arricchito da dettagli artistici.

cliente
Osteria della Brughiera
anno
2024

Il cliente

L’Osteria della Brughiera nasce nel 1991 con Stefano Arrigoni, di origini toscane, che decide di trasformare un’elegante casa di campagna ottocentesca in un ristorante accogliente e romantico. L’atmosfera intima e a tratti magica, i toni caldi e le luci soffuse delle sale, le composizioni di fiori freschi e il giardino verde e sempre curato, fanno da accompagnamento al viaggio culinario ed emozionale che il patron riserva ai suoi ospiti. Qui ci si sente proprio come a casa, tra lavori di artisti di grande valore, tappeti e decori, nella sala del pianoforte e quella del camino, sempre acceso durante l’inverno. 

l’Osteria

Con una stella Michelin dal 1998, la cucina, guidata dallo chef Stefano Gelmi, mira a ricercare e valorizzare le materie prime ed i prodotti del territorio, accostandoli con creatività ad ispirazioni più lontane. Il rispetto della stagionalità degli ingredienti, l’utilizzo sia di carne sia di pesce e una particolare attenzione al vegetale, danno vita ad una carta ampia e variegata. Il risultato è un perfetto equilibrio tra gusto ed estetica, tra i racconti del passato e le novità del nostro tempo. Le cantine custodiscono etichette di vini importanti ma anche novità provenienti da tutto il mondo, oltre a salumi e formaggi accuratamente selezionati e stagionati da Stefano, secondo un’eredità di esperienza lasciata dal papà Valter. La Brughiera è un luogo di un’eleganza d’altri tempi, oggi reso da Stefano, dallo Chef e il suo giovane team, una fucina di idee ed innovazioni.

L’identità olfattiva

Il logo olfattivo dell’Osteria della Brughiera è nato dall’intento di evocare un’atmosfera unica che accompagnasse l’esperienza gastronomica, senza sovrastare i sapori della cucina. Questa fragranza personalizzata si ispira alla natura e agli elementi distintivi del ristorante, unendo la rusticità elegante dell’ambiente e la tradizione culinaria in un bouquet di essenze quasi impercettibili. La profumazione, frutto di un’attenta selezione e sperimentazione in loco, diventa il sottofondo olfattivo di un luogo dove ogni dettaglio – dalle travi in legno ai tappeti, dai fiori freschi al fuoco del camino – concorre a creare un’esperienza multisensoriale memorabile, improntata alla calda ospitalità toscana.

Il manifesto della fragranza

Le note fruttate di testa e i fiori nel cuore richiamano il giardino che fa da sfondo alla Primavera di Botticelli. L’effetto fresco del bergamotto, la dolcezza della pera Nashi, la succulenza della pesca nettarina e la croccantezza della mela si intrecciano con romantiche note fiorite, delineando l’eleganza del ristorante e la cura per i dettagli. La scia profumata evoca una dama toscana avvolta in morbido velluto bordeaux, con fiori di gelsomino e rosa tra i capelli, che si muove con grazia tra le stanze del ristorante, creando un’atmosfera avvolgente e affascinante. Le note di fondo, caratterizzate da vaniglia, patchouli, legno di cedro e muschi fruttati, chiudono la fragranza con un’eleganza soffice e duratura.

Questo bouquet fruttato regala la sensazione di un pregiato velluto rinascimentale, omaggiando le radici toscane che contribuiscono a rendere unica l’esperienza sensoriale presso l’Osteria della Brughiera.

L’utilizzo del logo olfattivo

La profumazione d’ambiente è utilizzata all’entrata del ristorante in eleganti diffusori ambrati.

Il processo creativo

 

 

STEP 01

Analisi della brand identity e intervista a Stefano, decision maker della fragranza

STEP 02

Creazione dei campioni di fragranze

STEP 03

Scelta della profumazione e diffusione con arredo olfattivo